Dic 8, 2008 - Senza categoria    No Comments

INTROSPEZIONE nelle feste

P1030579.JPG

 

In questi giorni di ordinaria festività, mi trovo a passeggiare davanti allo specchio più del solito, si ! certo mi scruto dentro come volessi trovare ancora altri strati di me che non conosco.La situazione è critica l’auoanalisi arriva puntuale a ridosso del Natale, quando sul mio preventivo le voci ” mangia che ti passa” e “shopping compulsivo” incidono pesantemente.Sono donna e vabbè, non riteniamola una scusa, sono fatta per essere assaggiata e rimessa lì, un po come la mela avvelenata di biancaneve.Dico questo perchè il vero fabbisogno natalizio rimane sempre quello dell’albero con le lucine piccole, piccole, e di una perversione antica che si chiama famiglia.Certo che c’entra ho gli spigoli ben appuntiti, e mi diverto a confondere le idee, ma lo specchio in questi giorni si diverte a deformare la mia anima appesantita dal dolce al cioccolato e mascarpone.Ma poi che delicata follia quella di voler spesso apparire di profilo, a piedi nudi solo con gli slip, e ad ogni smagliatura associare un giorno e un ora.E’ come ripensare a tutte le volte che non sei riuscita a dire “mi dispiace devo andare!”.Un introspezione festiva significa accettare l’idea che perderai sempre e solo un orecchino,che dicembre significa berretta di lana e “Hug”, e che se non sei nata folletto inutile che tu lo voglia per forza fare, le persone ti vogliono bene lo stesso.Mi piace tanto fare la trasformista che tante volte mi fermo per capire se sono ancora me stessa,il cambiamento stimola la mente e la corazza può avere anche i capelli un po più lunghi e lo smalto nelle unghie, la  certezza è che la “schizzofrenia” aiuta a non demordere e a considerare anche la soluzione B e cioè: “oggi è l’8 dicembre….andiamo per negozi???”  la soluzione A non la saprete mai!

INTROSPEZIONE nelle festeultima modifica: 2008-12-08T11:44:32+01:00da gennymell
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento