Set 11, 2013 - Senza categoria    No Comments

Risorse disumane

Cosa ho fatto negli ultimi cinque mesi? ricordo solo di essermi affacciata per guardare il cielo e da lì non ho più smesso.Sto attendendo risposte che ho già avuto, vivo con la speranza che qualcuno venga a bussarmi sulla spalla dicendomi “benvenuta sei su scherzi a parte!”, un estate non proprio da ricordare in toto mi sta rincorrendo , ed io che nell’ultimo periodo andrei vestita solo di polaroid , scappo perdendo pezzi indispensabili di me stessa.Che dire, quando mi voglio abbattere lo faccio proprio bene.C’è qualcosa che non rientra nel mio disegno ed io mi fermo, il segnale di anomalia parte in ritardo e vedo nero. Capricci.Lentamente passa la stagione calda, quella dove di solito do il peggio di me, e con questa passeranno le mie lunghe riflessioni notturne, sinceramente devo ancora capire perchè il sole abbia deciso di assorbire tutta la mia energia, ma forse anche questa domanda dovrei lasciarla ad altri.Cosa provo quando lo zucchero è finito? FRUSTRAZIONE. Nell’ ultimo anno svariate certezze mi hanno abbandonata,negli ultimi anni ho abbandonato tanti vestiti, tante persone e tante paure.Mi dondolo tra le perdite e i ritrovamenti, il cielo oggi è azzurro, di quegli azzurri che disegnavo quando ancora non mi sarei mai immaginata che a 36 anni sarei stata ancora capace di piangere. Anche questa è vita, di colori più o meno definiti, di picchi emozionali al contrario, di sgretolamenti intellettivi e intellettuali.

Sono ferma immersa in una disumana considerazione di me stessa.Sono donna, il problema è solo questo.

 

IMG_2066.JPG

Sentite, venite, ascoltate…..ci chiami ragazzi quando vuoi attirare la nostra attenzione, hai la coda di un topolino comprato all’ikea come antistress, chiedi i “grattini” sulla schiena.Hai gli occhi felici e limpidi,ti piace cantare e sei il re dei travestimenti, hai chiesto in regalo un vestito da lucciola per quando sarai grande e noi ci siamo fatti delle grasse risate.Ogni volta che ti vedo nuotare ti penso dentro la mia pancia, sei elegante e morbido nei movimenti.Sei testardo, hai voluto togliere le ruote piccole alla bicicletta e adesso stai imparando,stai crescendo così in fretta che a volte mi fermo a guardarti per ricordare come eri.Da mesi ormai non siamo più una cosa unica, ma ci sei tu come essere umano, ed io aspetto che tu mi parli per capire come stai e cosa provi.Sto cercando di insegnarti ad esternare le tue emozioni a non vergognarti sopratutto a dire le cose belle, devi dirle Enrico, lo devi fare guardando negli occhi chi ami, lo devi fare anche quando ti sembreremo lontani dalla tua mentalità ,lontani dalla tua generazione o solo anziani. Continuo ad essere orgogliosa di te e di tutte le tue conquiste.

Risorse disumaneultima modifica: 2013-09-11T13:25:00+00:00da gennymell
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento