Mar 28, 2012 - Senza categoria    2 Comments

ho il fascino di una moto zappa

 

 

foto.JPG

 

 

 

 

ho salutato circa un paio di mesi fa la mia parte più attenta e curata, ha deciso di prendersi un periodo di riposo, diceva che avevo dei ritmi troppo bradipi, che non avevo rispetto della fatica che è necessario fare per apparire in forma. Eppure ci avevo provato, quegli slip nuovi, la crema anti-distruzione, il massaggio nei punti critici, le pinzette riposte sempre dentro la custodia. Ma non è bastato, un giorno, lei mi ha detto ARRANGIATI, ha scritto due righe in un vecchio scontrino della profumeria e mi ha abbandonata. Non fosse che sono sempre troppo sensibile agli abbandoni non me la sto cavando male. Si vive  lo stesso bene senza avere programmato la prossima depilazione, senza tagliarsi la frangia, senza dovermi per forza piegare alla regola dello smalto perfetto.

Ebbene sì, perché noi donne siamo sempre lì, strette strette nelle nostre calze contenitive e nere, con il tacco che slancia ed il push-up che inganna. Ma che tortura paurosa non essere nata già bella e perfetta! Disfatta e deserta di buone intenzioni mi aggrappo alla regola del “al naturale”, e la differenza si vede, mi sento proprio come lo yoghurt: bianca, cremosa….acida. Che poi tutti i nodi vengono al pettine è proprio vero, il mio utilizzo del balsamo è da galera e nonostante i minuti trascorsi a frizionare e piastrare mi sento sempre elettrica e crespa. Alla fine ha proprio ragione mio figlio duenne, mi chiama mietitrebbia e per lui dovrebbe essere un complimento, la bellezza sta in chi guarda. Sta in chi giornalmente si ripone nel suo ruolo con grazia e maestria, in chi riconosce nel cambiamento un nuovo motivo di vita. In chi, come me, affronta un sogno e non lo subisce.

Eccomi qua bella e contenuta in qualcosa che mi piacerebbe affrontare senza crema idratante e ombretto, inutile nascondersi dietro un tocco di mascara io ci provo ad essere quello che non sono ma con i tacchi alti sembro un equilibrista in difficoltà,e diciamoci la verità di pagliacci in giro se ne vedono fin troppi.

 

 

 

Ha scelto te. Tu eri lì con il tuo viso da bambina e tante cose ancora da osservare. Avevi attraversato un pezzo del tuo percorso in salita e adesso ti riposavi in discesa. E lui tra tanti ha scelto te. Pensa che ti sentivi anche fuori luogo, anche sempre un po’ più indietro, ma lui da lontano ti ha scelta ed ha voluto solo te. Avevi anche ripreso il tuo bel ritmo lavorativo, con fatica e sacrificio hai affrontato i tuoi incubi e un po’ di quella malinconia che tenevi stretta tra le mani sempre, e lui ha deciso che solo tu potevi essere parte di vita della sua vita. Tu, sempre e solo tu, per qualcuno che ancora non conosci e già ti ama profondamente, sarai sempre e solo tu con le tue crisi esistenziali ed i momenti dove ti sembra che niente abbia un senso. Tu sarai il suo senso ed il suo prolungamento dei sogni. Tu non gli basterai mai.

Poi ci sei tu che non hai scelto, provaci a vivere e non pensare , prova a lanciarti senza sapere che cosa troveri. Alla fine, nel bene e nel male vi amerete di un amore folle.

Mina hai gli occhi belli lascia che gli altri possano guardarti.

 

 

ho il fascino di una moto zappaultima modifica: 2012-03-28T18:30:00+00:00da gennymell
Reposta per primo quest’articolo

2 Commenti

Lascia un commento