Apr 7, 2010 - Senza categoria    No Comments

Insolite solitudini

P1050924.JPG

Rimanere così tanto tempo fuori dal giro non è poi così disastroso, se non ci fossero quei momenti di insolito silenzio dell’anima, quelle fasi di standby dove apparentemente sembra che il corpo e la mente non rispondano a nessun segnale.Ferma, immobile sul divano, con mille e passa pensieri che scorrono ma non ho la forza di afferrarli.Rimanere fuori dal giro dei rumori, del movimento del telefono che squilla, delle giornate troppo corte, delle corse per timbrare, dell’essere a tutti costi in forma perchè altrimenti chi esce più di casa.In un certo senso è come se quello che eri prima si limitasse ad essere qualcosa che doveva per forza anadare bene a gli altri, magari l’ho sempre saputo, ma questo silenzio,e la scarpiera con le mie decoltè colorate questa mattina me l’hanno ricordato.Mettersi in discussione ogni giorno come donna innesca un meccanismo insolito, se poi riesci a metterti in discussione mancando dal lavoro ormai da quattro mesi potresti vincere il premio della più “insensata” del momento, una madre ha pochi diritti, una donna ne ha ancora meno.Eppure non mi scoraggio e penso di aver fatto fino ad oggi un lavoro grandioso, esisterà un tempo dove mi dovrò rimettere in discussione, uno nel quale mi rammaricherò di non aver dato più tempo alla famiglia, esisterà un tempo dove sceglierò la cosa sbagliata e nonostante tutto sarò convinta di aver fatto la scelta giusta.Oggi un insolita solitudine ha pervaso per un attimo la testa ma per fortuna un mugolio da dentro il lettino mi ha distratta e mi ha ricordato che la solitudine è solo un vecchio ricordo.

Arrivooooooooooooo!

Insolite solitudiniultima modifica: 2010-04-07T10:51:14+00:00da gennymell
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento