Ago 21, 2009 - Senza categoria    No Comments

lezioni di “buon cuore”

“….A vent’anni si è stupidi davvero quante balle si ha in testa a quell’età..”

Ritorno da un viaggio introspettivo con il mio corpo e con la mia testa, ritorno senza beneficio del dubbio e con tante cose da dire, ritorno con una serie di sensi di colpa e con un quasi sicuro nome per il mio bambino. Che dire converrebbe prendersi più giorni di ferie quando si decide di partire per recupeare dei pensieri via via persi per boschi e frutteti.Ritorno pensando ai figli acquisiti a quegli affetti che non decidi, che ti capitano e che accogli come se fossero stati sempre parte della tua famiglia.Ho una famiglia allargata e ne vado fiera.C’è una persona importante nella mia vita che non ho mai nominato, forse per una sorta di rispetto “orientale”, forse perchè scrivere di Lui è un po come perdere l’orientamento,sono tante le cose e le scuse che poi la mano si stancherebbe di schiacciare il tasto “canc”, sono io che ho sempre tenuto il freno tirato per paura di invadere.Ogni storia è a sè e dopotutto ognuno ha dentro di sè l’idea che la sua storia sia l’unica, la mia storia è uguale ad altre centomila eppure non riesco a dimenticare quando negavo l’affetto, solo un ritratto o quello che cominciava di una bella storia. Decisamente si possono amare persone che fino a poco tempo prima non si conoscevano. decisamente si può amare per spirito di rispetto. Si può costruire qualcosa di bello anche con figli non propri.Ho una famiglia allargata ed una lunga tavola apparecchiata dentro un rudere restaurato, ho una nonna che come un camaleonte si nasconde tra sedie e pieghe antiche, ed un genitore che si sente in colpa a dare amore anche ad altri figli.Sono orgogliosa, orgogliosa delle braccia aperte che ogni volta trovo in Daniele, della sua tenacia, del suo stare sempre un po dietro,lì a guardare e non giudicare, sono orgogliosa dell’amicizia “paterna” di mio padre, e della sua mano che mi tende ogni volta.

Il primo calcetto che mi hai dato è stato proprio nella casetta nel bosco (mercoledì 12 agosto), cerca di muoverti sempre dentro le piccole cose, con le persone che sei sicuro ti ameranno a qualsiasi condizione che siano esse parenti o  “solamente” ti siano capitate come angeli custodi, assicurati che tutti stiano sempre bene e proteggile perchè sono la cosa più importante.Dopo il primo calcetto hai iniziato a muoverti ogni giorno, l’ho raccontato a tutti così ti immaginiamo e facciamo scommesse su a chi potrai assomigliare.MI EMOZIONE E NON MI SMENTISCO.Mamma frignona.

P1040894.JPG

P1040893.JPG

lezioni di “buon cuore”ultima modifica: 2009-08-21T10:58:00+00:00da gennymell
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento